Rosa Conchiglia a Stanze, Milano

Rosa Conchiglia
Anaïs Nin e i giorni del porno

di Magdalena Barile
con Anna Amadori
immagini Alberto Sarti
assistenza Nella Califano
produzione Associazione Liberty

lunedì 28 gennaio 2019, ore 20:00
Crazy Art – antiquariato e follie, via Merano 18, Milano
nell’ambito di Stanze, esperienze di teatro d’appartamento, ottava edizione 2019

STANZE è un progetto ideato e realizzato da Alberica Archinto e Rossella Tansini, prodotto da Teatro Alkaest
Il primo studio di Rosa Conchiglia è stato presentato nella stagione teatrale Agorà diretta da Elena Di Gioia con la produzione di Associazione Liberty


Siamo a New York nel 1940. La scrittrice Anaïs Nin è appena scappata da Parigi e dalla guerra, la sua fama di affascinante anticonformista la precede ma il suo lavoro fatica a radicarsi negli ambienti intellettuali newyorchesi.
Quando un collezionista erotomane le commissiona una serie di racconti la cosa si rivela una buona occasione di guadagno. Anaïs raccoglie intorno a sé un circolo di giovani artisti squattrinati e insieme cominciano a scrivere raffinata pornografia. La scrittrice scoprirà che la strada dell’emergenza della crisi e della dissolutezza è lastricata di poesia.
Rosa Conchiglia racconta la storia di una vocazione ostacolata dalla Storia e di un’esistenza votata ai sensi. Scrivendo storie erotiche, l’autrice scoprì se stessa, e affinò lo stile dei suoi celebri Diari, per cui negli anni ’60 venne conosciuta e celebrata dal movimento femminista, diventandone un’icona.

Per il debutto a Milano, seconda tappa dello spettacolo prodotto da Associazione Liberty per Agorà, Stanze presenta una versione site specific al Crazy Art, grande emporio caro ai milanesi dove sono raccolti arredi, dipinti, suppellettili, testimonianze dei vecchi circhi e bordelli, lampade, valigie, materiali scenografici, ornamenti urbani e da giardino, sculture, manifesti, esposti per la vendita o in affitto per servizi fotografici.


8/2/19, recensione di Andrea Maletto per Stratagemmi